Tempo per leggere #9: Janna Carioli – Sonia M.L. Possentini, L’alfabeto dei Sentimenti

Tempo per leggere #9; Janna Carioli – Sonia M.L. Possentini, L’alfabeto dei Sentimenti, Fatatrac 2016 (prima edizione 2013, quarta ristampa 2016)

 

Parlare di sentimenti è spesso arduo: non solo il turbinio delle sensazioni risucchia le parole con cui dirli, o le congela il timore di non essere accolti, ma talora è anche difficile riconoscere la loro natura, l’essenza che traspare dal volto, dal tono delle parole, dalla postura. E se questo è vero per gli adulti che possono far ricorso a un patrimonio lessicale più ampio e composito e hanno avuto occasioni più numerose di affinare la conoscenza di sé, lo è maggiormente per i bambini e ancora di più se hanno poca dimestichezza con attività che favoriscono l’introspezione: il piacere della parola, della storia ascoltata o letta, della bella immagine in cui l’occhio si immerge, della melodia che emoziona.
Nella difficoltà di esprimere i propri sentimenti gioca un ruolo importantissimo il bisogno del tutto naturale e legittimo di sentirsi riconosciuti per quello che si è. Il riconoscimento è fatto di accoglienza e di accettazione, proviene dalla rassicurazione, dal sostegno che l’adulto fornisce al bambino,  ma trova le sue radici nel rispecchiamento: vedere sé nell’altro, i propri sentimenti, le emozioni, nel corpo, negli atteggiamenti, nelle parole degli altri, nel loro tono di voce.
Oltre alle fiabe che servono ottimamente a questo scopo attraverso l’immedesimazione, le poesie evocano suggestioni attraverso immagini e ritmi che affascinano il bambino e aprono un dialogo interiore di giocosa mediazione tra l’esigenza di esprimersi e una prima disciplina della forma, della scelta della parola limpida e precisa.
Il bellissimo albo illustrato L’alfabeto dei Sentimenti, Fatatrac 2013 la prima edizione, seduce subito con il suo formato verticale e, nell’immagine di copertina, le braccia della bambina, protese verso l’alto, sottolineano la verticalità come un’elevazione.
L’interno si annuncia pieno di delicatezza e verità. Poesie e illustrazioni sono poste frontalmente su due pagine: a sinistra troviamo la poesia, mentre l’illustrazione sconfina dallo spazio della pagina a destra quasi a incontrare il susseguirsi dei versi. Lo sconfinamento indica sinestesie di immagini visive e sonore che si accordano tra loro nei temi, nei motivi, nei colori, che parlano di un mondo interiore sognante e sognato da figure di bambini disegnati con un garbato gusto rétro. Bambine e bambini sono ritratti nella movenza e nella postura che lascia intuire l’emozione sui loro volti mentre gli oggetti intorno a loro richiamano la loro quotidianità.
Le poesie seguono l’ordine alfabetico per un primo e fondamentale abbecedario dei sentimenti, nomi necessari  e risonanti per avviare l’educazione affettiva. E se le immagini aprono  il campo con immediatezza e aiutano a riconoscere il mondo del bambino ancorandolo a colori, a oggetti, e offrendo il rispecchiamento nei volti ritratti, le poesie offrono rime e ritmi per ricordare, parole per parlare, promuovendo lo sviluppo del pensiero, accogliendo fatti e oggetti consueti nelle rime che rendono la poesia più facilmente memorizzabile, nelle anafore che ribadiscono il diritto ai sentimenti più scomodi e controversi, nelle parole che tolgono dall’imbarazzo di non saper dire il disprezzo per chi tradisce o un sentimento segreto come nella poesia Batticuore, la seconda della raccolta:

Ho trovato il coraggio
di mandarti un biglietto,
non sapevo se farlo
ma alla fine l’ho fatto.
“Mi piacciono i tuoi occhi
che accendono il viso.
Con l’apparecchio ai denti
ti brilla anche il sorriso.
Del resto, anch’io ce l’ho
è un segno del destino
faremo le scintille
scambiandoci un bacino.
Allora, mi rispondi?
Senti questo rumore?
Non è il treno che passa,
è solo il batticuore!”

Il biglietto inviato rappresenta una prima forma di affidamento dei propri sentimenti alla scrittura, un’esperienza di mediazione per raggiungere l’altro, per conquistarlo comunicandogli il proprio sentire e non è questo uno degli scopi della letteratura, avvincere l’altro al proprio sentire? Perché allora non iniziare i bambini fin da piccoli al saper dire garbato, alla ricerca della parola gentile e sincera, che autenticamente corrisponde, alle immagini che rendono il sentire intuibile e universale? Nell’aura di un silenzio necessario all’esperienza dell’ascolto, la poesia si rivela come un mezzo di espressione potente, perché mezzo che affina e raffina e che, allo stesso tempo, dona consistenza al dire.
Un libro che indica una strada per trovarsi e per crescere, che insegna a fidarsi delle parole, dell’espressione condivisa che porta cooperazione e pace.

©Cristina Polli

Janna Carioli vive fra Bologna, Roma e l’Isola d’Elba. Il suo lavoro di scrittrice si divide fra televisione e libri. Scrive romanzi, canzoni, poesie, filastrocche per ragazzi. Per la Tv è fra gli autori di amatissimi programmi per bambini come “La Melevisione”. Ha sempre il gatto seduto di fianco al computer.

Sonia M.L. Possentini è nata a Canossa di Reggio Emilia, si è laureata in Storia dell’Arte e diplomata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, è pittrice e illustratrice. Pubblica ed espone sia in Italia che all’estero, affiancando alla sua attività artistica quella dell’insegnamento in corsi di alta formazione: Scuola Internazionale Comics, Master Università di Padova.

Notizie e immagini da: www.fatatrac.it

Una opinione su "Tempo per leggere #9: Janna Carioli – Sonia M.L. Possentini, L’alfabeto dei Sentimenti"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: