Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Tempo per leggere #28: Daniil Charms, La corsa degli animali

Tempo per leggere #28: La corsa degli animali, testo di Daniil Charms, illustrazioni di Jean Mallard, Camelozampa 2021

Con la lettura dell’albo illustrato La corsa degli animali invitiamo i lettori, piccoli e grandi, a fare un salto nel nonsense. Non è difficile del resto prevederlo quando l’autore è lo scrittore russo Daniil Charms, nato a San Pietroburgo nel 1905 e morto, forse di fame, nel 1942 durante l’assedio di Leningrado.
La corsa degli animali ha il pregio di offrire ai piccoli lettori  un ingresso giocoso e leggero  al fenomeno delle avanguardie letterarie, cioè, per dirla in breve, quei movimenti intellettuali e culturali che sganciano la letteratura dal suo rapporto di modello e imitazione del mondo per dare consistenza alla lingua e al segno come sistemi a sé stanti e fanno altrettanto con i procedimenti letterari: rompono gli schemi narrativi e ciò accade nel nostro albo. La storia inizia come una favola: c’è una situazione di conflitto e viene proposta una competizione per venirne a capo, ma lo sviluppo della vicenda non seguirà l’iter di questo tipo di testo.
Daniil Charms, nom de plume di Daniil Ivanovič Juvačëv, in una vita trascorsa nelle strettoie della censura,  pubblicò quasi solo racconti e poesie per bambini. Nel 1927 fondò l’Accademia dei classici di sinistra che venne invitata a diventare una sezione della Casa della stampa a patto che assumesse un altro nome, nacque così “L’unione dell’arte reale”, abbreviato e storpiato in “Oberju”. Nell’inverno tra il 1927 e il 1928 gli Oberju furono invitati a entrare nell’Associazione degli scrittori per l’infanzia e a Charms venne commissionato il libro per bambini Teatro che uscirà nel 1928. Seguiranno una ventina di libri per bambini.
La storia narrata ne La corsa degli animali è irragionevole ma non illogica. Lo sviluppo sconclusionato delle vicende non rispetta l’attesa abituale della soluzione attraverso l’arguzia o la saggezza dei comportamenti. Ma non si tratta di una vicenda illogica perché tutto è conseguente, per tutti i comportamenti degli animali, protagonisti a pari titolo, c’è sempre un antecedente, una causa alla quale possono essere ricondotti. L’assurdo qui si accompagna al comico, la perplessità sfocia nel riso.
Alcuni animali discutono animatamente su chi tra loro sia il più veloce. Gregoriuccio Degli Aranci propone di risolvere il problema con una corsa intorno al lago. Durante la corsa gli animali mostrano debolezze fisiche e morali, ingannano e cadono irragionevolmente preda dei loro stessi tranelli, oppure restano intrappolati nei loro comportamenti, chi è paralizzato dalle risate, chi pretende di prosciugare il lago bevendone l’acqua, chi non riesce a procedere perché deve grattarsi.
La vicenda non contiene alcun insegnamento morale, ma invita a considerare la narrazione come  materia letteraria malleabile, indipendente dalla realtà e dai testi che la riproducono e fanno da mappa alle nostre attese. E se parole e vicende diventano malleabili, si lasciano plasmare e scomporre, si scopre il potere della lingua e si rafforzano le capacità del pensiero.
Le illustrazioni di Jean Mallard ambientano la storia in un ambiente lussureggiante dai caldi colori equatoriali dove gli animali sono personificati attraverso posture, particolari e atteggiamenti. Particolarmente interessanti sono le sovrapposizioni di forme e colori che riproducono il mescolarsi disordinato all’inizio della corsa. La mancanza del margine sembra rimandare a un tutto inscindibile che prosegue oltre la doppia pagina tanto verso il grande quanto verso il piccolo che viene reso puntigliosamente sul manto del cane.

Cristina Polli

 

Daniil Charms – Nato nel 1905, è stato un geniale autore dell’avanguardia russa.
I suoi racconti per bambini, guardati con sospetto dalle autorità sovietiche per la loro logica assurda e il rifiuto del materialismo, gli costarono l’arresto e l’internamento in un ospedale psichiatrico, dove morì a soli 37 anni, nel 1942.
Oggi sono dei classici nei paesi dell’Est.
Camelozampa ha pubblicato “Di come Nicolino Punk volò in Brasile (e Pierino Spazzoletta non ci ha creduto neanche un po’” e “7 gatti“.
https://www.camelozampa.com/bio/daniil-charms

Jean Mallard è nato a Parigi nel 1997. Si è formato alla Scuola di Arti decorative di Parigi, studiando fumetto, animazione, serigrafia e incisione. Ha frequentato il Master di Ars in Fabula nel 2019, dopo aver ottenuto il Grant Award assegnato dalla Bologna Children’s Book Fair. È poi partito per vivere a Napoli, dove ha prodotto una serie di illustrazioni che hanno dato vita alla sua primissima mostra “Via Miracoli”.
La corsa degli animali è il suo primo libro pubblicato e le illustrazioni sono già state selezionate per la Mostra Illustratori della Bologna Children’s Book Fair nel 2020. La Bologna Children’s Book Fair l’ha inoltre incaricato di realizzare la Visual Identity per l’edizione 2021, in collaborazione con Chialab Design.
https://www.camelozampa.com/bio/jean-mallard

Pubblicità

2 pensieri riguardo “Tempo per leggere #28: Daniil Charms, La corsa degli animali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: